vai al contenuto. vai al menu principale.

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Col Cheneil - Santuario Clavalitè

Nome Descrizione
Indirizzo Da Col Cheneil (2280 mt.) al Santuario Clavalitè (2520 mt.)
Punto di partenza Col Cheneil (2280 mt.)
Punto di arrivo Santuario Clavalitè (2520 mt.)
Tempo percorrenza Salita (1h 15') - Discesa (1h 30' via Cheneil)
Grado di difficoltà (E/EE) Itinerario Escursionistico
Dislivello 240 mt.
Periodo consigliato Giugno - settembre
Caratteristiche Segnavia: Assente (itinerario 31 cartografia Comunità Montana)
Acqua: No
Guide e carte Comunità Montana Monte Cervino, 1999, n.2, Media Valle 1:25.000
Cartografia regionale 1:10.000
Kompass, carta turistica n.87, Breuil-Cervinia-Zermatt, 1:50.000
IGC Torino, n.5, Cervino-Matterhorn e Monte Rosa, 1:50.000
Informazioni La valle del Cervino: guida storico artistica a cura di Cristina Ronc, Torino, 1990
Chamois Pietro Vanesia, Ivrea, 1974
Uomo, ambiente, cultura: il legno e la pietra nella vita della popolazione di Chamois, Val d'Aosta M.Gentiluomo. Sta in Contributi di etno-antropologia, Milano, 1988
Breve itinerario, estremamente panoramico, di eccezionale interesse per gli aspetti geo-morfologici che anche un non esperto può osservare. Il sentiero non è sempre ben riconoscibile, a tratti un po' ripido, e richiede pertanto un minimo di esperienza.
Dal Col Cheneil (si veda l'itinerario Lod - Cheneil), imboccare la traccia a monte della strada, che inizia nella direzione (NE) indicata dal cartello dell'itinerario 31. Il sentiero risale lo spartiacque fra Chamois e Valtournenche, fino ad un picco a quota 2350.
Il tracciato, all'inizio ripido e poco evidente, diventa poi ben marcato ma con fondo accidentato e prosegue, sempre in cresta, in ambiente molto panoramico.
Immancabile è la vista dei gheppi che si osservano immobili in aria prima di volare in picchiata sulle prede. Il Cervino si offre in tutta la sua maestà, mentre basso si scorgono i pascoli di Cheneil dominati dal Grand Tournalin.
Con un ultimo breve tratto a mezza costa si evita la sommità della Punta Fontana Freida e si raggiunge il colle omonimo (2470 mt., 1h).
Si prosegue lungo una pista sterrata, quasi sullo spartiacque, e dopo poco si incontra la nuova seggiovia. Da qui, nuovamente su sentieri, in breve si raggiunge il recente santuario di Clavalité, dedicato a San Domenico Savio, posto appena sotto il crinale.
E' possibile ritornare a Chamois con un interessante giro ad anello che, dal Col Fontana Freida scende nel vallone di Cheneil (it. 31) e ritorna a Chamois lungo il sentiero intervallivo 107, attraverso il Col Cheneil (3h).